Eclissi lunare del 27 Settembre 2015

Eclissi lunare del 27 Settembre 2015 fotografata da Casuzze

Le fasi dell’eclissi lunare della notte tra il 27 e il 28 settembre 2015 in un’unico frame.

L’ultima volta che ho avuto la fortuna di poter assistere e fotografare un eclissi lunare è stato qualche anno fa, nel 2011 (qui il vecchio post con le foto), e quella volta scattai foto solo con teleobiettivo, dal terrazzo a casa di amici a Catania.

Questa volta, dopo aver letto un bellissimo (e approfondito) articolo su alcune tecniche da adottare per questo tipo di foto sul sito mreclipse.com, ho provato a catturare l’intera eclissi in un’unica foto in modo da mostrare tutte le fasi intermedie in un solo scatto.

La foto è scattata da Casuzze, un piccolo paesino costiero della provincia di Ragusa (Sicilia), dove per mi fortuna la serata è stata stupenda! Freschetto, ma con un cielo limpidissimo e un coreografico temporale sul mare oltre l’orizzonte.

Luna su cielo nero

Ho sistemato macchine e cavalletti in modo da inquadrare l’ingresso della luna in alto a sinistra e come limite in basso ho scelto il faro di Punta Secca, sperando che la luna durante la sua discesa all’orizzonte non finisse fuori dall’inquadratura.
Sulla D800 ho quindi montato il grandangolo, il 14-24mm, con cui ho avuto modo di farci stare tutto, e sulla F3 mi sono dovuto accontentare del 50mm visto che non ho un grandangolo con la ghiera dei diaframmi.

Non ho chiuso occhio l’intera notte, ma credo ne sia valsa la pena! Una buona pizza al Pamoky per cena, qualche birra, il bellissimo silenzio di Settembre e il rumore delle onde del mare…

Eclissi lunare settembre 2015

Alla fine ho archiviato 47 scatti in digitale per le fasi intermedie dell’eclissi più un’ultima esposizione per prendere anche mare e riflessi. Le foto sono scattate ogni 5 minuti, e vanno da 1/250 a 4″ di esposizione con diaframma f/11 e ISO 100.
Prendevo il tempo semplicemente con l’orologio del tablet e purtroppo, lo si nota nella foto, un paio di foto sono state scattate con uno o due minuti di ritardo.

Il risultato della multiesposizione su pellicola invece lo vedrò appena faccio sviluppare il rullino, e costretto dalla focale del 50mm ho dovuto spezzettare in 3 fotogrammi tutte le fasi dell’eclissi. Anche su pellicola ho usato gli stessi tempi e diaframma, anche se mi sono ricordato dopo che avevo caricato una 200ISO. (e ovviamente sperando che le tendine dell’otturatore non abbiano fatto scherzi, visto che ultimamente la F3 funziona maluccio…)

La foto e visibile anche su 500px.com e Flickr.