A spasso sull'Etna

A spasso sull’Etna durante l’eruzione

Una paio delle scorse sere io e la mia amica Erica siamo andati sull’Etna, per goderci l’attività del vulcano più da vicino, o comunque da una posizione più o meno in prossimità del cratere attivo. Ovviamente abbiamo scelto il sentiero della Schiena dell’asino, che è uno dei più semplici, e che porta direttamente sul ciglio della Valle del Bove, sul versante Sud dell’Etna, e facilmente percorribile anche di notte. (mappa, info e file gpx)

[codepeople-post-map]

Etna, sul ciglio della valle del bove

Ovviamente su questo vulcano ci sono innumerevoli sentieri, alcuni dei quali portano a poche centinaia di metri dal campo lavico, o comunque in posizioni con visibilità migliore dell’attività, ma è anche vero che questa è sia una montagna, con i suoi rischi, sia un vulcano attivo, e quindi i rischi più o meno raddoppiano… quindi piuttosto che rischiare di scomodare mezzo mondo, se ci fossimo persi in qualche sentiero complicato, che non conosciamo completamente, battiamo il più delle volte sempre lo stesso, molto semplice, ben visibile e quindi anche facilmente percorribile di notte. E il panorama che offre, al suo arrivo sulla Valle del Bove, è comunque letteralmente mozza fiato, e ripaga ampiamente del piccolo dislivello da affrontare! (ognuno ha i suoi polmoni.. i miei mi fanno esaltare ogni volta che riesco ad arrivare alla fine di questo sentiero! :))

Erica sul ciglio della Valle del Bove

Queste sono state in assoluto le nostre prime “passeggiate notturne” sul vulcano, e descriverne le emozioni è davvero complicato, perché non si tratta più solo di guardare l’eruzione, ma anche di ascoltarla!

Ricordo sempre una cosa che mi fece notare un mio vecchio collega di lavoro, e soprattutto amico, ovvero che anche se lui ha più o meno viaggiato in giro per il mondo, non ha mai visto un’eruzione vulcanica dal vivo.. questa parole mi hanno fatto notare che per chi vive in Sicilia, o nella vicina Calabria, le eruzioni dell’Etna fanno un po’ parte della quotidianità, nel senso che ogni tanto alzi lo sguardo e dici “oh! sta eruttando”, o magari “c###o, sta buttando di nuovo cenere sul tetto”.. punti di vista legittimi nel vivere l’attività del vulcano..

Per queste foto ho usato sia il grandangolo, per avere delle riprese ampie dello spettacolo offerto dall’eruzione, sia l’unica ottica con una focale un po’ più spinta, di cui al momento dispongo, che è il 150mm della Sigma, che più che altro è un obbiettivo per la macro fotografia, ma che mi ha piacevolmente sorpreso per la qualità dei dettagli (da marzo aspetto ancora il Tamron 150-600… prima o poi arriverà, spero)! E, anche se con scarsi risultati, un barilotto catadiottrico russo manuale da 500mm, ma mettere a fuoco è un’impresa per pochi…

Ecco qualche scatto fatto dalla Valle del Bove (a chi interessa, sul sito di EtnaTracking si trovano tutte le info sul sentiero, ed eventualmente, a chi tornano utili, i file gpx per i navigatori)

Questa l’ho scattata con il barilotto russo da 500mm.. praticamente è a fuoco solo l’angolo in basso a sinistra, ed è un vero peccato, perché con questa focale, dalla posizione in cui eravamo, praticamente entravo dentro il cratere!
Etna NSEC in attività

Questa è scattata con il 150mm del Sigma, ed il livello di dettagli, come dicevo prima, mi ha sorpreso non poco! (Colgo anche l’occasione per ringraziare l’incredibile supporto che ha avuto per questa foto sui principali social e servizi di photo sharing, quali 500px e Flickr.)
MRK_4006-Edit-2

Ed infine qualche vista più ampia della zona (scattate con il 14-24 @14mm)

Etna di notte dalla Valle del Bove
MRK_4035-Edit

Etna di notte dalla Valle del Bove

Etna di notte dalla Valle del Bove

Per altre foto, davvero spettacolari, scattate direttamente in prossimità del campo lavico, non mancate di dare un’occhiata agli account Flickr di queste persone!
Salvatore Allegra
Marco Di Marco
Francesco Pappalardo
Marco Restivo
questi sono solo alcuni.. non ricordo tutti.
Per molti altri scatti, potete dare un’occhiata all’account Etna Walk ed al relativo gruppo, sempre su Flickr.